ALTAMURA

+39 080 332 0029

FASANO

+39 O80 3323206

GRAVINA IN PUGLIA

+39 080 332 0029

Top

Ipoacusia Infantile, come bisogna agire?

  Ipoacusia Infantile, come bisogna agire?

 

Probabilmente se stai leggendo questo articolo, sei il genitore di un bambino a cui hanno diagnosticato un problema legato all’udito.

Adesso, come un qualsiasi genitore preoccupato per suo figlio, comprendo benissimo tu sia in difficoltà perché ti trovi di fronte a qualcosa di nuovo che non sai bene come affrontare. 

Questa è effettivamente una situazione molto delicata ed è del tutto normale che tu stia cercando una soluzione che possa davvero aiutare il tuo bambino, per questo ho deciso di scrivere questo articolo. Così da darti tutte le informazioni di cui potresti aver bisogno.

 

Se tuo figlio soffre di ipoacusia infantile, la prima cosa che devi sapere è che lui si troverà a combattere contro qualcosa che non conosce, quindi è estremamente necessario che TU sia lucido e razionale nell’affrontare la situazione.

 

Ipoacusia infantile

L’ipoacusia infantile tende a non far reagire gli infanti agli stimoli

L’ipoacusia infantile è un problema molto serio e complesso che in Italia colpisce 1 bambino su 1000 e richiede un’attenzione particolare da parte di medici pediatri e genitori.

Ogni bambino durante la crescita ha un fondamentale bisogno dell’udito proprio perché è l’età in cui iniziano ad apprendere il linguaggio, l’età in cui iniziano ad avere rapporti con i coetanei, ed è il momento più delicato della loro vita.

Ovvio che tu comprenda tutto ciò, ma è ancor più importante che tu comprenda come questa patologia dell’udito non possa essere sottovalutata.

Non si può pensare che con la crescita la situazione si risolva da sola, perchè purtroppo se non si agisce la crescita non farà altro che acuire il problema.

E’ fondamentale essere tempestivi, agire immediatamente per non aggravare la situazione.

 

Cause Ipoacusia infantile

L’uso di fumo o alcool è una delle maggiori cause di ipoacusia Infantile

Quali sono le cause dell’ipoacusia infantile

La maggior parte dei casi presenti sorgono da quando si è neonati, e precisamente le cause possono essere di due tipi: ereditarie o acquisite. Quando le cause sono acquisite sono distinte in prenatali, perinatali o postnatali. Questi disturbi possono dipendere da fattori genetici ereditati dai genitori, ma anche da infezioni che la mamma ha contratto durante la gravidanza, così come l’uso di farmaci assunti dalla madre, anche a fini terapeutici, ma che possono causare danni all’apparato uditivo del nascituro, l’abuso di alcool o di sostanze stupefacenti.

 
 

Quali sono i sintomi dell’ipoacusia infantile?

Il principale sintomo che è possibile osservare quando si è in presenza di ipoacusia infantile è quello che spinge il genitore a notare che il piccolo non ha reazioni “normali” dinanzi a suoni acuti intensi.

La reazione naturale di un bimbo dinanzi ad un rumore forte è quella di sobbalzare o comunque muovere lo sguardo verso la direzione da cui proviene il suono. Il sospetto della presenza di ipoacusia infantile deve essere colto immediatamente e spingere i genitori a ricorrere all’aiuto di un medico specialistico.

 

Quali sono le conseguenze che possono provocare questi disturbi?

Le conseguenze del disturbo uditivo che si verifica in età neonatale può compromettere la produzione linguistica così come la sua acquisizione, se si verifica in fase post-verbale di solito incide sulla comunicazione verbale.

Sia nel primo che nel secondo caso, comunque, l’ipoacusia infantile pregiudica lo sviluppo psico-sociale del piccolo, oltre a compromettere i suoi livelli di apprendimento.

 

Cosa fare in caso di ipoacusia infantile?

La prima cosa da fare in modo rapido è sottoporre il piccolo agli esami audiologici specifici per bambini; il medico o il tecnico che li esegue ha essenzialmente due obiettivi:

  1. capire il livello e l’effettiva gravità e trovare l’origine in cui è presente un’eventuale lesione dell’apparato uditivo.
  2. Stabilire se il livello di ipoacusia presentato può essere causa di handicap o disabilità per le comunicazioni future del piccolo.

Ipoacusia infantile

Controllo audiometrico effettuato da uno specialista su un infanteUna volta compresa qual’è la situazione reale e l’origine del problema si prosegue nell’identificare uno specifico programma di riabilitazione uditiva, che è essenziale per lo sviluppo del bambino.

Così da individuare la migliore soluzione acustica per riabilitare l’udito del bambino, solo così si possono prevenire ed evitare problemi nel linguaggio, nonché dello suo sviluppo cognitivo e sociale.

Gli apparecchi acustici più moderni hanno fatto nell’ultimo periodo un grande salto di qualità rispetto al passato e sono in grado di riabilitare il bambino, tanto da produrre uno sviluppo psicosociale paragonabile a quello di un bambino della medesima età ma normoudente.

Ciò vuol dire che se fino a qualche anno fa, era particolarmente complesso riuscire a potenziare l’udito nei bambini e migliorare la qualità della loro vita, oggi non è più così.

Nei miei centri aiuto con successo diversi bambini e ragazzi affetti da ipoacusia precoce, e ciò che posso dirti è che il metodo che ho sviluppato per l’ipoacusia degli adulti è estremamente (se non di più) efficace anche nei casi di ipoacusia infantile.

 

Se vuoi saperne di più, sul metodo di lavoro adottato nei miei centri, ti basta cliccare qui sotto!

No Comments

Post a Comment